Usa: Philadelphia Fed sorprende in negativo a -5,8 punti

17 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Una brutta sorpresa per l’economia degli Stati Uniti arriva con la pubblicazione dell’indice Philadelphia Fed, che registra a maggio un forte calo, scendendo in territorio negativo a -5,8 punti. L’indicatore misura lo stato di salute dell’attività manifatturiera dell’area di Philadelphia.

Il dato è decisamente peggiore delle stime, visto che gli analisti avevano previsto un rialzo a 8,8 punti, rispetto agli 8,5 di aprile. Da segnalare che un dato negativo indica che il numero delle aziende che si sta espandendo è minore di quelle che stanno attraversando una fase di contrazione. Tra le componenti, quella dei nuovi ordinativi è scivolata a -1,2 dai 2,7 di aprile; in negativo anche l’indice relativo all’occupazione, che misura le aspettative di assunzioni.