USA: ORDINI DI BENI DUREVOLI IN RIALZO +4.9%

26 Agosto 2009, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di luglio gli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti sono risultati in rialzo del 4.9%, dopo essere calati dell’1.3% nel mese precedente (dato rivisto da -2.2%).

Lo ha comunicato il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

L’indicatore si e’ rivelato superiore alle stime del mercato; gli analisti si aspettavano infatti una variazione positiva pari al 3.0%. Ricordiamo che i beni durevoli comprendono prodotti industriali di grandi dimensioni, tra cui auto, frigoriferi, televisori, computer, lavatrici, lavastoviglie.

Escludendo la componente dei trasporti, il dato e’ avanzato dello 0.8%. In questo caso le attese erano per una variazione dello 0.9%. Il mese precedente il rialzo era stato del 2.5%. Senza i trasporti, quindi, crescita anemica. Il programma di rottamazioni varato dall’amministrazione Obama noto come “cash-for-clunkers”, del valore totale di $3 miliardi, ha in sostanza drogato le vendite di auto, cio’ che ha dato la possibilita’ a aziende come General Motors e Ford di vendere auto nuove come non accadeva da 3 anni. Ma il piano “cash for clunkers” e’ finito lo scorso 24 agosto.