USA: ORDINI BENI DUREVOLI -6% IN GENNAIO

27 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Gli ordini dei beni durevoli negli Stati Uniti sono scesi in gennaio del 6%; lo ha comunicato questa mattina il dipartimento del Commercio USA.

Il dato, che in dicembre era stato rivisto a +1,2%, e’ di gran lunga inferiore alle aspettative dei principali analisti di Wall Street che si attendevano un ribasso contenuto al 3,5%.

Gli ordini di beni durevoli hanno registrato ribassi nella maggior parte dei settori: gli ordini di attrezzature elettroniche sono scesi del 6,2%, quelli nel settore dei trasporti del 22,4%.

L’unico settore a registrare un rialzo e’ quello dei macchinari industriali (che include anche attrezzature informatiche), i cui ordini sono cresciuti in gennaio del 5,7%.

Il forte declino degli ordini dei beni durevoli, il piu’ alto dall’ottobre scorso, potrebbe creare maggiore pressione attorno alla Federal Reserve per un prossimo taglio dei tassi d’interesse a breve.

Dall’inizio dell’anno, la Fed ha gia’ operato due tagli e alcuni economisti credono che Alan Greenspan e i suoi colleghi siano pronti ad operarne un terzo prima ancora dell’incontro del 20 marzo prossimo.

Ulteriori indicazioni sullo stato dell’economia potranno essere fornite agli investitori dal dato relativo alla fiducia dei consumatori in febbraio che verra’ rilasciato alle 18:00 (10:00 ora di New York).

 

GEN

STIME GEN

DIC

ORDINI BENI DUREVOLI

-6,0%

-3,5%

+1,2%

ESCLUSO SETT. TRASPORTI

-0,3%

ND

-2,1%

ESCLUSO SETT. DIFESA

-6,0%

ND

+2,3%