USA: NUOVI CANTIERI EDILI -39% NEL 2009

20 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di dicembre i nuovi cantieri edili negli Stati Uniti sono scesi del 4% ad un valore annualizzato e destagionalizzato di 557 mila unita’, sotto le attese degli analisti, che erano per una flessione meno accentuata (572 mila). Si tratta del peggior anno per il mercato immobiliare dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Lo ha annunciato il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Nell’arco del 2009, 554000 cantieri sono stati avviati, in ribasso del 39% dal numero complessivo dell’anno precedente, scivolando sui minimi assoluti. Nel dettaglio le abitazioni monofamiliari sono scese del 29%, attestandosi a 444000, sui livelli piu’ bassi di sempre.

In progresso invece il numero delle licenze di costruzione (+6%), un indicatore di attivita’ futura sull’apertura dei cantieri, attestatesi a 653 mila (stime 580 mila) dalle 589 mila del mese scorso (dato rivisto da 584 mila).