USA: MORGAN STANLEY TEME LA RECESSIONE

8 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il capo economista di Morgan Stanley Dean Witter & Co. (MWD) ha messo in guardia oggi i suoi clienti contro la recessione.

Stephen Roach non solo prevede una contrazione dell’economia americana, ma quantifica nel 45% la probabilita’ di una recessione a piena forza dell’economia globale.

Morgan Stanley aspetta cosi’ una riduzione della crescita economica americana dell’1,25% annuo nella prima meta’ del 2001, mentre la maggior parte degli economisti rimane ‘ottimista’ su una crescita, sebbene ridotta dell’economia.

Roach ha tagliato del 17% le previsioni di crescita del prodotto interno lordo al 2,9%.

(Vedi Wall Street: il muro della vergogna)