USA: LA FIDUCIA DEI CONSUMATORI CROLLA A 25

24 Febbraio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di febbraio la fiducia dei consumatori negli Stati Uniti e’ piombata a quota 25.0 punti dai 37.7 di gennaio. Si tratta di un nuovo minimo storico, mai in passato il dato aveva raggiunto tali livelli.

Lo ha comunicato il Conference Board, un centro di ricerca privato di New York.

Il dato si e’ rivelato peggiore delle attese. Il consensus degli economisti prevedeva in media un valore di 35 punti.

“Le crescenti preoccupazioni sulle condizioni aziendali, sull’occupazione e sugli utili societari hanno ulteriormente depresso la fiducia” ha affermato Lynn Franco, direttore del Centro di Ricerca del Conference Board. “Non solo i consumatori ritengono che le condizioni economiche siano disastrate, ma addirittura che siano sconcertanti, e non anticipano nulla di positivo per i prossimi sei mesi”.