USA: INDICE PREZZI PRODUZIONE +0,1% IN FEBBRAIO

16 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

L’indice dei prezzi alla produzione negli USA ha registrato una crescita dello 0,1% in febbraio, in linea con le aspettative del mercato; lo ha comunicato questa mattina il dipartimento del Lavoro americano.

Il dato di febbraio segue un rialzo dell’indice dei prezzi alla produzione dell’1,1% in gennaio, la crescita piu’ alta degli ultimi 10 anni.

Il rallentamento di febbraio e’ legato principalmente al calo dei prezzi nel settore automobilistico e alla crescita moderata di quelli energetici (+1,4%).

Il ‘core rate’, ovvero l’indice depurato dalle componenti piu’ volatili, quali il settore alimentare e quello energetico, e’ sceso dello 0,3%. Il ‘core rate’ era atteso in rialzo dello 0,1%.

La flessione nel ‘core rate’ e’ la piu’ alta dopo il -1,2% registrato nell’agosto 1993.

Il rapporto del dipartimento del Lavoro mostra inoltre che le pressioni inflazionistiche sono rallentate in maniera significativa. I prezzi dei beni non lavorati sono scesi del 14,2%, mentre quelli dei semilavorati sono calati dello 0,1%.

I dato conferma quindi pressioni inflazionistiche contenute e dovrebbe adesso lasciare via libera alla Federal Reserve per un taglio dei tassi d’interesse a breve in occasione del meeting del 20 marzo prossimo.

 

FEB

STIME FEB

GEN

INDICE PREZZI PRODUZIONE

+0,1%

+0,1%

+1,1%

‘CORE RATE’

-0,3%

+0,1%

+0,7%

SETTORE ENERGETICO

+1,4%

ND

+3,8%