Società

USA: I GUAI COMINCERANNO DAL SECONDO TRIMESTRE

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Il peggio e’ ormai alle spalle. Quante volte abbiamo sentito pronunciare queste parole, dette in riferimento allo stato di salute della maggiore economia del mondo, che dagli ultimi dati a disposizione sembra avviata verso una lenta, ma progressiva ripresa. Eppure non tutti la pensano cosi’

Una volta che, a partire dal secondo trimestre, le misure strarodinarie per stimolare le attivita’ economiche verranno meno, cosi’ come la fase di incremento delle scorte, gli Stati Uniti sono destinati a sprofondare in una nuova recessione. A lanciare l’avvertimento e’ l’economista James Shugg, che in un’intervista concessa all’emittente americana CNBC ha detto di essere convinto che “nella seconda parte dell’anno entrera’ in gioco una certa, preoccupante discrepanza”.

Il senior economist di Westpac Bank sostiene che non appena la fase di incremento delle scorte e le iniziative straordinarie per rilanciare la ripresa economica perderanno vigore non rimarra’ altro che una schiera di “consumatori ancora propensi a risparmiare piuttosto che a mettere mano al portafogli, un sistema bancario che non e’ ancora guarito, colpito dal fatto che un mutuo su quattro risulti ancora insolvente”.

Shugg prevede che il Prodotto Interno Lordo Usa rimanga positivo nel quarto trimestre del 2009 e nel primo trimestre dell’anno successivo, attestandosi tra il 3 e il 4% su base annuale.