USA: DISOCCUPAZIONE, SUSSIDI IN RIALZO A 496000

25 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nella settimana che si e’ conclusa il 20 febbraio le nuove richieste per sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono salite di 22.000 unita’ a quota 496.000, segnalando una situazione in leggero peggioramento del mercato del lavoro.

Lo ha comunicato il Dipartimento del Lavoro Usa.

La creazione di posti di lavoro rimane stagnante, come evidenzia il fatto che le richieste di indennita’, pur rimanendo sotto quota 500.000, sono pur sempre su livelli allarmanti.

I dati si sono rivelati inferiori alle attese del mercato. Gli analisti si aspettavano infatti in media un valore piu’ basso, pari a 460.000 unita’. La cifra della settimana precedente e’ stata di 474.000 (ritoccata lievemente al rialzo da 473 mila).

“A quanto sembra, un’attivita’ manifatturiera sostenuta non e’ sufficiente a sostenere il mercato del lavoro nel suo complesso”, ha dichiarato a Bloomberg Ian Shepherdson, chief economist Usa di High Frequency Economics.

Non correre il rischio di perdere il rialzo di Wall Street. Guadagna con INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa meno di un caffe’, solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Il numero di persone che continua a ricevere assegni di sussidio ha anch’esso registrato un incremento a 4.617 milioni da 4.611 milioni. Anche in questo caso le cifre fanno peggio delle previsioni, che erano per un risultato di 4.570 milioni.