USA: DATI CONTRADDITTORI SU FIDUCIA CONSUMATORI

28 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Gli investitori che sembravano guardare con soddisfazione al dato di martedi’ sulla fiducia dei consumatori potrebbero ora essere delusi dai risultati che emergono dal rapporto settimanale di ABCNEWS/Money Magazine sulla fiducia dei consumatori americani.

Il rapporto potrebbe gia’ avere avuto un impatto vista la forte debolezza dei mercati questa mattina.

Il dato, il cosiddetto ABC/Money consumer comfort index, e’ sceso questa settimana a +4 rispetto al +5 registrato la settimana scorsa, raggiungendo cosi’ il valore piu’ basso dal giugno 1997. Due settimane fa, l’indice era a quota +10, mentre solo un mese fa si trovava a ben +19.

Il rapporto di ABC/Money vanta una storia di 15 anni e ha un’ottima correlazione con i principali studi condotti sulla fiducia dei consumatori a cui il mercato guarda con particolare attenzione.

Un fattore importante e’ che il sondaggio viene condotto per telefono e non tramite un questionario spedito via posta, come invece avviene per il Conference Board di New York.

Questa distinzione e’ importante poiche’ suggerisce che lo studio rivela dati piu’ recenti e rivela quindi l’attuale impatto del declino dei mercati azionari meglio di quanto accada per il dato del Conference Board.

PERIODO

INDICE ABC/MONEY

NOTE

28 marzo 2001

+4

Valore piu’ basso dal giugno 1997

Una settimana fa

+5

 

Due settimane fa

+10

 

Un mese fa

+19

 

16 gennaio 2001

+38

Massimo record

Media 2000

+29

Migliore anno

Media 1992

-44

Peggiore anno

9 febbraio 1992

-50

Minimo record

Media dal dic. 1985

-9

 

*Anthony Crescenzi e’ capo analista della divisione Capital Markets presso la boutique finanziaria newyorkese Miller, Tabak & Co. E’ anche amministratore delegato del sito Bondtalk.com.