USA: CRISI FINANZIARIA, UN “CONTO” STRATOSFERICO

20 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il “conto” della crisi finanziaria americana potrebbe arrivare a 23.700 miliardi di dollari: tanto potrebbero costare al Governo americano gli sforzi per fare uscire il Paese dalla recessione peggiore dagli anni Trenta.

Nella testimonianza alla commissione supervisione e riforme della Camera, le cui anticipazioni sono state ottenute dal Wall Street Journal, l’ispettore generale Neil Barofsky dovrebbe spiegare domani che cifre di questo genere includono le spese per le agenzie coinvolte nella gestione dei programmi varati a sostegno del sistema finanziario.

Duro il commento di Darrell Issa, repubblicano a capo della commissione, secondo cui 23.700 miliardi è una cifra “sbalorditiva”. Il deputato della California ha commentato dicendo che “se si spende un milione di dollari al giorno per ogni anno dalla nascita di Cristo ad oggi, non si arriva neppure a 1.000 miliardi di dollari”.