USA: BANCHE D’AFFARI VERSO NUOVI LICENZIAMENTI

18 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Occhi puntati sulla stagione degli utili delle banche d’investimento, che e’ partita questa mattina con i risultati di Lehman Brothers.

Secondo uno studio di Salomon Smith Barney, divisione del colosso finanziario Citigroup, le trimestrali delle banche d’affari sono particolarmente importanti perche’ offrono un’indicazione dei tagli alla forza lavoro che queste societa’ opereranno nei prossimi mesi.

Secondo l’analista Guy Moszkowski, a causa della forte diminuzione delle operazioni di fusione e acquisizione, le banche d’affari Usa saranno infatti costrette ad annunciare presto una nuova ondata di licenziamenti.

E colossi come Lehman e Goldman Sachs, che negli ultimi anni hanno esitato a ridurre la forza lavoro, saranno quelli che opereranno i tagli piu’ consistenti.

Dall’inizio del 2002 ad oggi, i profitti derivati dalla consulenza in operazioni di fusione e acquisizione sono diminuiti del 47%, a $182,2 miliardi, rispetto ai $341 miliardi realizzati nello stesso periodo del 2001.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA