Usa: Acquisizioni, protagonisti ancora i fondi

20 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

Nuova tornata di acquisizioni negli Stati Uniti con protagonisti, ancora una volta, i fondi di investimento di private equity. Partiamo da ServiceMaster, società attiva nei servizi per le abitazioni, la quale controlla TruGreen Lawncare e Terminix e che annuncia che sarà acquisita dal fondo Clayton Dubilier & Rice per circa 4,7 miliardi di dollari, pari a 15,62 dollari in contanti per ogni azione. Clayton si accollerà anche 800 milioni di dollari di debito. Questo mentre il colosso del private equity Usa Blackstone, assieme al gruppo Carlyle e Riverstone Holdings, starebbe caldeggiando un’offerta rivale per la società energetica texana Txu. Txu il mese scorso dà il suo assenso per essere acquisita da un consorzio capitanato da Kkr e Texas Pacific Group. Nel caso in cui l’offerta venisse approvata, si tratterebbe della più grande operazione di leverage buy-out (acquisizione tramite indebitamento) con un valore di 32 miliardi di dollari. Tuttavia, come parte del piano di offerta, Txu ha fino al prossimo 16 aprile per considerare altre offerte. Infine, il titolo della società di logistica Egl corre a Wall Street dopo che il board accetta un’offerta di buy-out da 1,7 miliardi di dollari, pari a 38 dollari per azione, offerti da un consorzio formato dall’amministratore delegato, James Crane, dal gruppo di private equity Centerbridge Partners e da Woodbridge, un veicolo d’investimenti che fa capo alla famiglia canadese Thomson.