US AIRWAYS IN CRISI: I RIMEDI PROPOSTI DAL CEO

17 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Secondo David Siegel, nuovo amministratore delegato della compagnia aerea US Airways (U – Nyse), tra le medicine necessarie per curare la malandata societa’ che potrebbe far ricorso all’amministrazione controllata (se non dovesse ottenere concessioni da parte dei dipendenti e dei creditori), c’e’ sicuramente un il taglio dei costi di lavoro di circa $1 miliardo all’anno, l’ottenimento di piu’ di $200 milioni in concessioni annuali dai creditori e fornitori, e un’operazione di cartolarizzazione su un prestito garantito da fondi federali per $1 miliardo.

Lo riporta il quotidiano finanziario Wall Street Journal.

“La matematica non e’ un’opinione – ha detto giovedi’ in un’intervista Siegel -: il gruppo deve essere ristrutturato”.