Unioncamere con Notariato verso semplificazione documenti a uffici Registro Imprese

17 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Sono stati presentati oggi a Roma in un incontro tra il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, e il Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, Paolo Piccoli, i risultati della prima fase di lavoro congiunto della commissione paritetica Unioncamere e Consiglio Nazionale del Notariato volta a garantire modalità uniformi per il deposito degli atti societari presso gli uffici del Registro delle Imprese.Lo si legge in una nota. I documenti elaborati riguardano situazioni specifiche sulle quali in passato è stata riscontrata da parte dei diversi uffici del Registro Imprese sul territorio disparità di interpretazione in relazione alle medesime operazioni societarie. I primi interventi di semplificazione della commissione paritetica Unioncamere-Notariato uniformano le procedure relative a: intestazione di partecipazione di s.r.l. a società fiduciaria, riduzione del capitale sociale nelle società di capitali e nelle società di persone, trasformazione di società di persone in ditta individuale e trasferimento di sede legale all’estero (e viceversa). “L’Unioncamere collabora da anni con il Notariato italiano”, ha dichiarato Dardanello, presidente di Unioncamere, “per trovare soluzione efficaci alle aspettative delle imprese. L’esperienza del registro delle imprese – che proprio questa settimana compie quattordici anni – dimostra la validità dell’investimento fatto dal sistema camerale nella piena informatizzazione delle procedure amministrative che semplificano la vita alle imprese e ai professionisti che le assistono”. “Siamo molto soddisfatti della collaborazione tra Unioncamere e Notariato”, ha commentato Piccoli, Presidente del Notariato, “che rappresenta un ulteriore esempio di semplificazione dal basso di alcuni passaggi burocratici. Il Notariato da sempre è impegnato, attraverso costanti investimenti in tecnologia e l’attività del suo Ufficio Studi, a contribuire al funzionamento del Registro Imprese mantenendo costante e centrale il controllo di legalità preventivo del notaio, garanzia fondamentale per la collettività”.