UNICREDITO STRIZZA L’OCCHIO A BNL

12 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Unicredito, eppur si muove.

Il calo del titolo, che non aveva apparenti motivi, si spiega con l’intervento dell’amministratore delegato della banca alla televisione finanziaria Cnbc-Cfn.

Profumo ha parlato un po’ di tutto: sulla questione del patto di sindacato di Mediobanca Profumo ha chiarito che “nonostante Capitalia abbia aumentato la sua quota, divenendo primo azionista dell’istituto di piazzetta Cuccia Unicredito non si muoverà”.

La dichiarazione che però ha risvegliato gli investitori è stata quella sul caso della prossima fusione tra Bnl-Mps. L’amministratore delegato di Unicredito ha detto che “i vertici di Bnl stanno discutendo con Mps, ma ci potrebbero essere altre possibilità”.

Questo conferma le indiscrezioni riportate nei giorni scorsi sulla prossima riunione di Bnl del 19 luglio, dove presumibilmente la banca presenterà un piano “stand alone”.

Vedi anche RUMORS sul menu in cima alla pagina, nella sezione INSIDER. Abbonati subito!

In questo momento Bnl cresce di quasi due punti, mentre Unicredito è in calo di quasi 2,5 punti percentuali.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana