UniCredit tranquilla in borsa ma continuano polemiche su Libia

3 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Giornata borsistica tranquilla per il titolo UniCredit, che mostra a Piazza Affari un guadagno dello 0,36% a 1,942 euro in una seduta generalmente positiva per l’intero comparto bancario europeo. Si fa invece più agitato l’affaire che ruota attorno all’ascesa dei libici nel capitale dell’Istituto di Piazza Cordusio, con le polemiche che non sembrano volersi sedare. In un intervento al workshop Ambrosetti Giovanni Puglisi, presidente della Fondazione Banco di Sicilia (uno degli azionisti di UniCredit) ha affermato che è palese che la questione delle quote della Libia sta sollevando agitazioni, ma il mondo politico deve rimanerne fuori. Nè gli esponenti delle fondazioni nè il management hanno al momento espresso giudizi, continua Puglisi, anche perchè gli arabi investono per avere reddito, non potere. Tra l’altro la portavoce di McKinsey ha smentito su MF ogni coinvolgimento formale o informale dell’azienda e dell’AD della divisione italiana Vittorio Terzi nell’operazione che ha portato la Lybian Investment Authority al 2% di UniCredit, come sostenuto dalla stessa MF in un articolo di ieri.