UNICREDIT: PROFUMO, MOLTI VANTAGGI PER BANCHE TRANSNAZIONALI

25 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

Roma, 25 mar. (Apcom) – Alessandro Profumo, amministratore delegato di Unicredit, non crede che con l’attuale crisi finanziaria l’idea di banche transnazionali sia destinata a tramontare. E, in un’intervista al Financial Times, elenca i vantaggi collegati a uno schema che il suo istituto è stato tra i primi in Europa ad applicare. “Penso che esistano molti vantaggi dall’avere un ‘giocatore’ in più Paesi.

Sopravvivere non e’ sufficiente: ci sono sempre grandi opportunita’ di guadagno. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

E credo che ci siano tre vantaggi principali: il primo sono le economie di scala, il secondo è che possiamo diversificare i rischi per i nostri azionisti e il terzo grande vantaggio è quello che possiamo attrarre talenti migliori”. Profumo esprime poi un giudizio positivo al maggior ruolo dei governi, in questa fase di crisi economica, nel settore bancario. “Penso che sia abbastanza positivo perchè sta restituendo fiducia alle famiglie e ai clienti. Chiaramente nel lungo periodo dobbiamo tornare a contesti privati”. Unicredit probabilmente sarà la prima banca a chiedere fondi pubblici di sostegno in due Paesi: Italia e Austria, dalla quale le sue attività in Paesi come Polonia e Ucraina sono gestite. Il banchiere ridimensiona la portata di tali decisioni sostenendo che il fatto di chiedere aiuto ai governi attiene con l’avere “parità di condizioni” competitive con altre banche europee che hanno fatto lo stesso.