UNICREDIT: MOODY’S TAGLIA IL RATING DELLA BANCA

7 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

L’agenzia Moody’s ha tagliato il rating di Unicredit da Aa2 a Aa3 (rpt. da Aa2 a Aa3).

Moody’s ha poi confermato i rating delle due principali controllate di UniCredit, HVB e Bank Austria, con outlook stabile.

L’agenzia di rating – si legge in una nota Unicredit – ha motivato la sua decisione sul rating con il deterioramento della redditività di UniCredit nel 2008, le difficoltà della divisione Markets & Investment Banking (MIB) e il ritardo, dovuto alle attuali condizioni di mercato, del miglioramento atteso degli asset quality indicators dopo l’acquisizione di Capitalia.

“Tuttavia – sottolinea il comunciato – Moody’s ha preso nota positivamente della decisione di UniCredit di mettere in atto misure di rafforzamento del capitale per 6,6 miliardi di euro, aggiungendo che il gruppo ha un’esposizione diretta limitata ad aree come i crediti strutturati, i leveraged buyouts, i conduits e i monolines.

Secondo l’agenzia di rating – prosegue la nota – eventuali svalutazioni legate a queste attività potranno essere gestite senza alcun impatto sui rating della banca, specie se le misure previste di rafforzamento dei coefficienti patrimoniali saranno realizzate con successo”.