Ungheria: Stabilimento Glaxo da 100 mln €

29 Settembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

L’Ufficio Centrale di Statistica ungherese ha annunciato che nel secondo trimestre del 2006 il volume degli investimenti è diminuito del 3,6 per cento su base annuale; si tratta di un valore notevolmente più alto di quello atteso dagli analisti economici. Nel periodo di riferimento gli investimenti nel settore manifatturiero sono diminuiti del 5,5 per cento e quelli nel settore servizi del 9,4 per cento. Gli analisti si attendono, nel prossimo futuro, una debole crescita degli investimenti, quale conseguenza delle misure di austerità adottate di recente dal Governo.
Tuttavia la società farmaceutica Glaxo Smith-Kline ha completato la costruzione di un nuovo stabilimento per la produzione di vaccini, del valore di 100 milioni di Euro, a Gödöllö, località in prossimità di Budapest. Il nuovo impianto, che occuperà 200 addetti, darà inizio alla produzione a partire dal 2007 con un output interamente rivolto all’esportazione.
E la società di investimenti ungherese Euroinvest Közép-Európai Befektetési ha siglato un accordo di cooperazione con una fabbrica di birra russa per la costruzione di una raffineria di zucchero nella località di Ryazsk, in Russia.
Il valore dell’investimento è di 200 milioni di Euro e la Euroinvest otterrà il 51 per cento di quota. Il Ministro dell’Agricoltura ungherese, József Gráf ha dichiarato che l’Ungheria ha l’obiettivo di raddoppiare le proprie esportazioni di prodotti agricoli, attualmente ammontanti a 3,5 miliardi di Euro, e che il mercato russo costituisce lo sbocco più importante.