Una nuova relazione del CEPR propone di riformare il sistema monetario internazionale

19 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Il sistema finanziario e monetario internazionale deve adattarsi alle prossime sfide del’economia globale gettando le basi di una rinnovata stabilità macroeconomica e finanziaria globale. Gli autori del nuovo documento pubblicato oggi dal CEPR (Centre for Economic Policy Research), Reforming the International Monetary System (Riformare il sistema monetario internazionale), presentano una serie di proposte concrete che puntano a migliorare la disponibilità internazionale di liquidità, per limitare gli effetti delle crisi specifiche e sistemiche e a ridurne la frequenza. Le raccomandazioni delineate nel rapporto comprendono: Lo sviluppo di alternative al Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti come attivo di riserva dominante, inclusa l’emissione di bond europei reciprocamente garantiti e (nel futuro più remoto) lo sviluppo di un mercato dei titoli in yuan. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Emmanual Farhi, professore di economiaHarvard Universityefarhi@harvard.eduoppurePierre-Oliver Gourinchas, professore di economiaUniversity of California, Berkeleypog@berkeley.eduoppureHélène Rey, professore di economiaLondon Business Schoolhrey@london.eduoppureCEPRAnil Shamdasani, responsabile pubblicazioniashamdasani@cepr.org+44 (0)20 7183 8809