Un tribunale internazionale ordina al governo russo di compensare gli investitori a seguito del

25 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Un tribunale internazionale ha oggi ordinato al Governo Russo di risarcire un gruppo di investitori spagnoli per le perdite da loro subite in seguito alla decisione della Russia di confiscare la Yukos Oil Company, una delle più grandi società di petrolio e gas a livello mondiale. Gli investitori spagnoli hanno richiesto di essere risarciti in base al trattato bilaterale fra la Spagna e la Federazione Russa. La giuria del tribunale ha stabilito che il Governo Russo aveva emesso delle imposte finanziarie illegittime e, attraverso una serie di ordini esecutivi e l’eventuale bancarotta, assunto il controllo dei beni di Yukos. Le società statali Rosneft e Gazprom avevano quindi ricevuto la gran parte dei beni di Yukos. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Covington & Burling LLPLauren Hoffman, [email protected]