UN POTERE PRIVO DI REGOLE E SENZA CONTROLLI

3 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

gentile redazione di Wall Street Italia,

leggo i vostri articoli con attenzione e vedo che nonostante vi considerate e vi considero un sito indipendente spesso quello che riportate è in linea con tutto quello che ci vogliono far credere.

Per esempio, come mai nessuno o voi vi siete interessati più approfonditamente di quello che è accaduto in Islanda?

Ho notato che la quotazione della corona islandese è da tempo sparita dalle quotazioni, cosa mai accaduta, a memoria mia, almeno negli ultimi 20 anni, le banche la cambiano, ma ad un valore molto al di sopra di quello che indica la Banca d’Italia come mai?

E come è possibile che nessuno si sia accorto che la grande maggioranza dei bond in corone sono stati emessi da organismi sovranazionali quali BEI, BIRS, Banca Mondiale o da primarie banche quali KFW, RABOBANK ed altre, in altre parole ottima speculazione sulla pelle dei risparmiatori, i quali vedendo gli ottimi rating delle emittenti e gli ottimi rating dell’Islanda si sono fidati investendo i loro risparmi con una certa tranquillità.

Questo è uno dei tantissimi esempi che vi potrei fare di quello che succede, se si vuole andare a vedere dietro la sfilza di numeri che ci propinano quotidianamente, a danno del famoso parco buoi che alla fine siamo noi risparmiatori.

Perchè qualche volta non fate articoli per far capire a chi siamo in mano, non è capibile e nemmeno etico che si possa essere in mano ad un potere assolutamente privo di regole, nel quale viaggiano montagne di danaro senza controlli.

Nessuno ha notato che in conseguenza della crisi le valute di molti paesi hanno perso dal 20 al 40 per cento di valore contro euro, dollaro, yen? Il ministro Tremonti è soddisfatto dello scudo fiscale, ma lo sa, se non lo sa glielo dico per certo io, che solo il 20% delle somme depositate in Svizzera è rientrato, che nessuno dei grandi occultatori di capitali ha fatto lo scudo?

Mi fermo quì nella speranza di leggere anche qualcosa in contro tendenza,
Vi faccio i miei migliori Auguri

Grazie comunque

Stefano Anichini