Un mondo senza lavoro: nel 2017 disoccupati al record di 200 milioni

21 Gennaio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Il problema della disoccupazione continuerà ad attanagliare l’economia mondiale. In futuro, ci sarà sempre meno lavoro nel mondo mentre la disoccupazione è destinata ad aumentare nei prossimi due anni, soprattutto nei Paesi emergenti.

È l’allarme lanciato dall’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO), secondo cui tra due anni il numero di disoccupati a livello mondiale supererà quota 200 milioni.

Nel dettaglio, l’ILO prevede che il numero di disoccupati salira’ di 2,3 milioni quest’anno fino a raggiungere quota 199.4 milioni di senza lavoro. A questi se ne aggiungeranno altri 1,1 milioni nel 2017, portando il numero complessivo al record di 200 milioni.

Il forte rallentamento delle economie emergenti, insieme alla forte diminuzione del prezzo delle materie prime, sta avendo effetti drammatici sul mondo del lavoro», ha affermato Guy Ryder, Direttore Generale dell’Ilo, commentando il World Employment and Social Outlook – Trends 2016.

“Un grande numero di lavoratrici e di lavoratori si trovano a dover accettare lavori a bassa retribuzione, non solo nelle economie emergenti e in via di sviluppo, ma sempre più frequentemente anche nei paesi industrializzati”.

Sempre secondo i dati dell’ILO, nel 2015 la disoccupazione ha subito una battuta d’arresto nelle economie sviluppate, ma il totale a livello globale si e’ attestato a 197,1 milioni, ovvero 27 milioni in più rispetto al 2007, prima della crisi finanziaria.