Un esercito di 2,8 milioni disoccupati, nuovo record. Tasso giovanile 34,3%

31 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Le spinte recessive che trascinano al ribasso l’economia italiana continuano a essere visibili soprattutto nel mercato del lavoro. Il numero dei disoccupati, in Italia, ha toccato infatti a giugno quota 2.792.000, il record storico di sempre.

Il numero è superiore +2,7% su base mensile, ovvero rispetto a maggio – con un incremento di disoccupati di 73.000 unità -, e di +37,5% su base annua (aumento di 761.000 unità).

Nel mese, il tasso di disoccupazione è salito al 10,8%, ovvero ai massimi dal 2004. Numeri di nuovo negativi per il tasso di disoccupazione giovanile – che si riferisce ai giovani attivi che hanno un’età compresa tra i 15 e i 24 anni – che è stato pari al 34,3%, in flessione di 1 punto rispetto a maggio.

I giovani disoccupati rappresentano il 10,1% della popolazione. In generale, i giovani in cerca di lavoro sono 608.000.