Mercati

UK: Vodafone, 187 mln di clienti nel mondo

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Aumentano i clienti di Vodafone, che raggiungono nel mondo i 186,8 milioni. Lo annuncia il gruppo inglese, precisando di aver acquisito alla chiusura del trimestre terminato lo scorso mese di giugno (equivalente al primo trimestre del proprio anno fiscale) 4,5 milioni di clienti in più. L’effetto in Borsa è immediato: il balzo del titolo di telecomunicazioni traina l’andamento dell’intero listino di Londra.
La società ribadisce le stime per il proprio esercizio 2006-2007, annunciando inoltre le dimissioni per motivi familiari di Bill Morrow, chiamato lo scorso aprile a guidare le attività europee. Al suo posto viene nominato ad interim Fritz Joussen, attualmente responsabile delle attività tedesche.
Tornando ai clienti, il mercato si aspettava un incremento medio degli abbonati di 4,4 milioni. Vodafone ricorda di prevedere per l’esercizio una crescita organica dei ricavi del 5-6,5 per cento e un margine operativo lordo dell’un per cento inferiore a quello dell’anno fiscale precedente. La crescita organica dei ricavi del mobile è del 6,4 per cento nel primo trimestre. “Dal momento che il titolo ha perso l’8 per cento nelle ultime due settimane, indicatori di performance chiave in linea con le attese dovrebbero portare sollievo alle quotazioni”, si legge in una nota di Ubs. L’arpu (average revenue per user, ovvero i ricavi medi per utente) frena del 9 per cento in Germania, del 9,2 per cento in Italia, del 2,5 per cento in Spagna e del 3,7 per cento nel Regno Unito. “I numeri sono in linea con il consensus e leggermente superiori alle nostre stime”, commenta Christian Maherdi, analista di Investec Securities., aggiungendo che “la contrazione dei ricavi nei mercati strategici continua a preoccupare, ma le tendenze sono leggermente migliori di quello che pensavamo”.
In Italia Vodafone chiude il trimestre al 30 giugno raggiungendo 24.146.000 clienti, che crescono di 90mila unità rispetto al 31 marzo scorso. Nel corso del periodo i telefoni e le connect card Umts aumentano, arrivando a quota 3.196.000, con un incremento del 241 per cento rispetto al trimestre al 30 giugno 2005. I clienti Vodafone live! raggiungono quota 5.650.000 a fine giugno.
La crescita organica dei ricavi da servizi di Vodafone Italia, ovvero escluso l’effetto della riduzione delle tariffe di terminazione imposto dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, è pari a circa il 2,3 per cento rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Tenendo conto della riduzione delle tariffe di terminazione, avvenuta a partire dal 1° settembre 2005, i ricavi da servizi decrescono nominalmente del 3,4 per cento.
Positivo l’andamento dei ricavi da servizi dati e multimediali, cresciuti complessivamente dell’11 per cento sempre in Italia rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. La loro incidenza sui ricavi da servizi nel trimestre è pari al 17,3 per cento. Nel trimestre i ricavi da messaggistica crescono del 7,3 per cento e i ricavi dati, esclusa la messaggistica, crescono di oltre il 22 per cento, rispetto allo stesso periodo del 2005, grazie all’incremento della penetrazione dei terminali Umts. Il traffico voce aumenta del 7 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
L’arpu (ricavo medio per utente) di Vodafone Italia nel trimestre è pari a 27,6 euro, in crescita del 4,5 per cento rispetto al trimestre precedente.