UE: ON-LINE LA BANCA DATI SULLE TASSE DEI PAESI MEMBRI

23 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9colonne) – Bruxelles, 23 mag – Le diverse imposte in vigore negli Stati membri dell’Unione sono ormai consultabili gratuitamente in rete. Basta un clic per accedere alla banca dati, in inglese e aggiornata annualmente, raccolta dall’esecutivo comunitario al fine di facilitare l’accesso all’informazione al cittadino e alle imprese europee. Il nuovo strumento on-line messo a disposizione da Bruxelles fornisce notizie sulle 500 e più forme di tassazione in vigore nei paesi membri, sugli introiti ricavati da ciascuna tassa e sui sistemi fiscali esistenti in Europa, sulla base delle informazioni ricevute dalle autorità nazionali. Dunque, la Commissione, in stretta collaborazione con i Ministeri delle finanze è in grado di dare per ogni tipo di tassa la base legale, le possibili deroghe con il relativo tasso applicabile, l’inquadramento economico e statistico così come gli introiti globali incassati. In tale banca dati non sono inclusi i diritti e le tasse doganali e le altre tariffe che sono, in effetti, comunicate all’Esecutivo mediante un’altra banca dati conosciuta come TARIC.
Prima di questa banca dati sulle imposte in Europa i cittadini e le imprese che volevano sapere qualcosa in più sui regimi fiscali e sulle tasse adottate in altri paesi erano obbligati a consultare i documenti cartacei, mentre ora basta operare un clic sulla tastiera per accedere in modo semplice e aggiornato alle imposte dei differenti soci dell’Ue, quali ad esempio la tassa sui redditi delle persone fisiche e le imposte sulle società, la tassa sul valore aggiunto (Iva) e sui diritti di accise. Inoltre, la banca dati contiene informazioni sui principali oneri sociali.