UE LANCIA LA “SINERGIA DEL MAR NERO”

12 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Bruxelles, 12 apr – La Commissione europea ha proposto una nuova forma di collaborazione con i Paesi che si affacciano sul mare eurasiatico: Russia, Ucraina, Georgia, oltre a Romania e Bulgaria che fanno già parte della Comunità e alla Turchia, Stato candidato. L’iniziativa di cooperazione dell’Unione per la regione del Mar Nero, denominata “Sinergia del Mar Nero” ha l’obiettivo di “sviluppare la cooperazione all’interno della regione” nonché “tra questa regione e l’Unione europea”, s’inserisce nell’ambito della politica europea di vicinato (Pev) e integrerà il notevole impegno Ue “per promuovere la stabilità e le riforme nei paesi che si affacciano sul mare”. Questa iniziativa “si aggiunge al Partenariato euromediterraneo e alla Dimensione nordica per completare la serie dei quadri di cooperazione regionale nelle zone circostanti” i 27. Con l’adesione della Bulgaria e della Romania, l’Ue è diventata infatti una parte della regione del Mar Nero. La Sinergia che sta prendendo forma a Bruxelles con i governi interessati, si collegherà ai programmi esistenti “riguardanti il buon governo, la circolazione delle persone e la sicurezza, l’energia, i trasporti, l’ambiente, la politica marittima, la pesca, il commercio, la ricerca, l’istruzione, l’occupazione, gli affari sociali, la scienza e la tecnologia” e sarà finanziata alla Comunità.