UE: FIDUCIA ALTA, TRANNE CHE IN ITALIA

29 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Bruxelles, 29 giu – Resta buono l’umore degli operatori economici e dei consumatori dell’eurozona e della Ue, con l’eccezione dell’Italia. L’indice Esi (Economic Sentiment Indicator) è rimasto quasi invariato a giugno, dopo aver toccato a maggio il nuovo record degli ultimi sei anni. L’Esi si è stabilizzato a 114,9 nell’Ue, dopo il 115 di maggio, ed è sceso leggermente di 0,4 punti nell’area euro arrivando a 111,7. La direzione Affari economici e finanziari della Commissione europea spiega che la stabilizzazione dell’indice è l’effetto dell’aumento della fiducia del settore industriale, compensata dal declino nel settore dei servizi, del commercio al dettaglio e dei consumatori. In controtendenza l’Italia dove la fiducia di imprese e consumatori segna un calo di 1,4 punti a giugno rispetto al mese precedente. A scendere è soprattutto la fiducia dei consumatori.