Ue: EFSF ricapitalizza i PIIGS

21 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Bruxelles – Il Fondo europeo di stabilità finanziaria (EFSF) potrà ricapitalizzare anche alle banche di stati che non sono stati ancora salvati con un piano di bailout. E’ quanto si legge nella bozza diffusa dall’Eurozona, in conclusione del summit di emergenza iniziato poco prima delle 14 ora italiana.

Nel documento, riportato da Reuters, si legge che i prestiti del Fondo, che è stato istituito per erogare finanziamenti ai paesi più vulnerabili dell’area euro, si legge che la scadenza dei prestiti sarà prorogata da 7 anni e mezzo ad almeno 15 anni, e che il tasso di interesse a cui tali prestiti vengono ripagati, al momento attorno al 4,5% circa, sarà abbassato nel caso della Grecia e del Portogallo, al 3,5% circa.

Il fondo di bailout europeo avrà anche la possibilità – come detto sopra -di erogare linee di credito ad altri paesi europei, inclusi quelli che non hanno ancora beneficiato dei piani di salvataggio dell’Ue e del Fondo Monetario Internazionale.

Dalla bozza emerge che le trattative per la partecipazione dei privati al secondo piano di salvataggio per la Grecia proseguono, e che tutte le opzioni rimangono sul tavolo. “Il comparto finanziario ha confermato la sua volontà di sostenere la Grecia in modo volontario attraverso una lista di opzioni che vanno dal buyback sul debito, alle operazioni di swao e al rollover”.

(in fase di scrittura)