UBS: trimestre oltre attese, outlook fiducioso

27 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – UBS ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 2 miliardi di franchi svizzeri contro una perdita di 1,4 miliardi di un anno prima. Il risultato supera le attese degli analisti che avevano previsto un profitto di 1,1 miliardi di franchi. L’utile risulta in calo del 9% rispetto al primo trimestre, ma i deflussi netti di capitali dei clienti sono diminuiti a 4,7 miliardi da 18 miliardi. “I timori sulla sostenibilità della ripresa economica globale potrebbero lasciare i mercati volatili e con poca direzione. Riteniamo che ciò sarebbe in grado di determinare livelli di operatività della clientela ancora più deboli nell’ambito delle nostre attività.” Lo afferma il Gruppo nella nota dei conti aggiungendo “ci attendiamo inoltre, che i proventi derivanti dalle commissioni di gestione di portafoglio saranno minori rispetto al secondo trimestre per effetto del livello inferiore dei patrimoni investiti alla fine di giugno. Stiamo procedendo positivamente rispetto alla nostra strategia e ci aspettiamo di realizzare ulteriori notevoli progressi nei prossimi trimestri. Siamo fiduciosi circa il nostro futuro”. Commentando i risultati di UBS per il secondo trimestre 2010, il CEO del Gruppo, Oswald J. Grübel, ha dichiarato: “Si tratta di un buon risultato in condizioni di mercato volatili e dimostra i progressi che stiamo compiendo verso i nostri obiettivi di medio termine. La nostra Investment Bank ha migliorato il proprio posizionamento rispetto ai concorrenti e gli utili in Wealth Mangement & Swiss Bank sono stabili. Il nostro portafoglio di attività è sempre più in grado di generare risultati competitivi in una ampia varietà di scenari di mercato e la nostra struttura di gestione dei rischi si è dimostrata solida; confermo la fiducia nel nostro futuro e credo fermamente che abbiamo individuato la giusta strategia da implementare.”