TUTTO QUEL CHE NON SAPETE
SULLE VALUTE

18 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
Non si capisce più dove stanno andando le monete. Le incertezze che avvolgono il destino dell´economia americana (che continua a tirare nonostante tutto) rendono quasi impossibile determinare il futuro delle valute. L´operazione è abbastanza semplice per le date ravvicinate. Meno per quello lontane. Anzi, di fatto è impossibile. Fino a marzo, e anche a giugno, i giudizi delle grandi case internazionali quasi coincidono, con l´idea di un dollaro che scivola ancora (fino a un euro/dollaro a 1,34 o a 1,32).

Hai gia’ provato le quotazioni in tempo reale e il book a 15 livelli dei 3200 titoli NASDAQ e dei 2764 titoli NYSE? Non morire di noia con le 299 azioni di Borsa Italiana, scopri le eccezionali performance di BOOK NASDAQ, clicca su INSIDER

Come però ci si allontana da questa data, i pareri divergono in misura sensibile. Per fine 2007, ad esempio, Morgan Stanley vede un dollaro che recupera (e che si porta a 1,24 sull´euro). Ma un´altra banca Morgan, Jp questa volta, la vede in modo opposto e vede un cambio euro/dollaro che arriva fino a 1,367, con quindi un euro in recupero e una moneta Usa che continua a scivolare. Identiche differenze, infine, per la previsioni a fine 2008: c´è chi vede il cambio euro/dollaro a 1,37 e chi lo vede a 1,24.

Copyright © La Repubblica per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved