TURCHIA, CONTRO PARIGI RITORSIONE DA 4,6 MILIARDI

5 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Parigi, 5 apr. – La legge che condanna il genocidio degli Armeni rischia di costare cara alla Francia. Il ministro turco dell’Energia, Hilmi Guler ha annunciato infatti la sospensione “fino alle prossime elezioni francesi” dei negoziati con Gaz de France sul gasdotto Nabucco che dovrà portare in Europa il gas del Mar Caspio. Si tratta di un progetto da 4,6 miliardi di euro. La stampa francese interpreta la decisione turca come una ritorsione per la legge contro il “negazionismo” (e quindi contro le posizioni ufficiali del governo di Ankara) sull’olocausto degli armeni nel secolo scorso.