Trump: Brexit solo l’inizio, da Europa errori incredibili

24 Giugno 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Se Boris Johnson usa ora decisamente toni più pacati nei confronti dell’Europa, il candidato repubblicano alle elezioni presidenziali Usa, Donald Trump,non ci pensa due volte e sfrutta la vittoria del Brexit per rinfocolare i suoi toni già di per sé improntati al populismo.

L’Europa, così come gli Stati Uniti, ha commesso una quantità incredibile di errori nell’ultimo periodo di tempo. Guardate alla Germania, guardate a quanto sta accadendo”.

Per Trump lo scenario Brexit finirà per dimostrarsi uno scenario molto positivo, ma richiederà del tempo. A suo avviso, molti dei problemi che spiegano il successo della campagna pro-Brexit sono legati ai salari e all’immigrazione, le stesse preoccupazioni avvertite dai cittadini americani.

Per il candidato repubblicano, che in queste ore si trova tra l’altro proprio in Scozia, a Turnberry, in occasione dell’inaugurazione di un suo club di golf, è “fantastico” il fatto che gli elettori britannici “si siano ripresi indietro il proprio paese”. Il candidato repubblicano ha parlato tra l’altro anche di un parallelo tra quanto è accaduto nel Regno Unito e quanto sta accadendo negli Usa.

Vedo un reale parallelo. La gente vuole riprendersi il proprio Paese, in qualche modo vuole l’indipendenza” e quanto è accaduto nel Regno Unito è solo l’inizio. “Ci saranno molti altri casi in cui i paesi vorranno riprendere il controllo dei loro confini, della loro politica monetaria, di tante altre cose..Vorranno essere capaci di riprendersi il loro paese. Dunque, credo che assisteremo sempre più a questi casi e quello in cui credo davvero è che tale cosa stia accadendo anche negli Stati Uniti”.

Il punto è che:

“le persone vogliono vedere le frontiere, non necessariamente vogliono che gente di cui ignorano identità e provenienza si riversi nei loro paesi”.