Truffa diamanti: a processo oltre 100 persone e 5 società tra cui alcune banche

7 Aprile 2021, di Alessandra Caparello

Truffa aggravata, riciclaggio e autoriciclaggio sono i reati contestati a vario titolo dal pm di Milano Grazia Colacicco che ha così chiesto il rinvio a giudizio di 105 persone e 5 società per la truffa dei diamanti.

Truffa diamanti: di cosa si tratta

L’inchiesta andata avanti per circa due anni riguarda la maxi truffa sull’acquisto di diamanti a prezzi gonfiati, con profitti illeciti per quasi 500 milioni di euro, ai danni di migliaia di investitori tra cui anche vip come Vasco Rossi.
Nel dettaglio gli ignari risparmiatori sarebbero stati “sollecitati” a sottoscrivere contratti di acquisto dei diamanti – presentati come un “bene rifugio” in cui investire e garantendo rendimenti irrealistici, superiori a titoli di Stato o all’oro – per un prezzo notevolmente maggiore rispetto al reale valore anche attraverso “false quotazioni”.
Due le società nel mirino della Procura, Intermarket Diamond Business (Idb) e Diamond Private Investment (Dpi), che secondo l’accusa avrebbero fatto comprare diamanti a investitori e risparmiatori gonfiando ai loro occhi il valore dei preziosi, attraverso anche false quotazioni pubblicate sui giornali.

Coinvolte anche alcune banche che avrebbero venduto dai loro sportelli questi prodotti di investimento. Tra le cinque società coinvolte troviamo Banco Bpm, Unicredit, Mps e Banca Aletti.

Le richieste del Pm

Stralciata la posizione di Intesa Sanpaolo e di Diamond Private Investment spa in vista del patteggiamento, già concordato con la Procura, mentre il Pm ha chiesto il processo, tra gli altri, per Intermarket Diamond Business spa, Maurizio Faroni, ex ad di Banca Aletti e poi ex dg di Banco Bpm e Maurizio Sacchi, ai tempi titolare della Dpi.
Tra le 105 persone fisiche di cui il pm Colacicco ha chiesto il processo ci sono Franco Novelli, amministratore della Idb spa fino al fallimento dichiarato nel gennaio 2019 e Maurizio Zancanaro, dal 2001 al 2018 prima dg e poi ad di Banca Aletti, e molti ex dirigenti o funzionari o direttori di filiali.