Trimestrali Usa: per le banche è la settimana cruciale

11 Ottobre 2021, di Alberto Battaglia

Per il comparto finanziario americano è iniziata la settimana più fitta di trimestrali: fra mercoledì e venerdì alcune fra le maggiori realtà del mondo bancario e del risparmio gestito pubblicheranno i risultati relativi al terzo trimestre 2021. Avverrà in un clima segnato dalle incertezze legate  all’aumento dell’inflazione e alle possibili conseguenze che essa avrà sulla crescita futura degli utili e sull’andamento generale dell’economia.

Trimestrali: per le banche è la settimana cruciale

Per quanto riguarda il terzo trimestre del settore bancario, gli analisti si aspettano di osservare un’espansione dei margini d’interesse e l’ulteriore rilascio degli accantonamenti messi da parte per far fronte ad eventuali perdite dovute allo shock pandemico. Mentre per la maggioranza degli altri settori la prospettiva di un rialzo dei tassi rappresenta un freno per gli investimenti, le banche dovrebbero reagire positivamente a questo nuova tappa del percorso economico post-Covid, potendo contare su margini più elevati per la propria attività tipica: il credito all’economia.

“E’ difficile essere troppo negativi sulle banche, dato che le prospettive macroeconomiche sono generalmente favorevoli per la maggior parte di esse, la prospettiva di tassi più alti e di una crescita dei prestiti più rapida”, ha commentato Matt O’Connor, managing director di Deutsche Bank per la ricerca azionaria sulle banche statunitensi.

Oltre alle trimestrali, gli occhi degli operatori saranno puntati sull’indice dei prezzi al consumo statunitense, atteso per mercoledì. A settembre questa misura dell’inflazione, secondo le attese del consenso degli economisti, saliranno dello 0,3% a settembre, con un tasso annuo del 5,3%.

Calendario annunci per la settimana

  • Mercoledì: JPMorgan Chase, BlackRock, First Republic Bank, Delta Air Lines (Prima dell’apertura di Borsa)
  • Giovedì: Bank of America, US Bancorp, Wells Fargo, Morgan Stanley, Citigroup; fra i titoli non finanziari anche Domino’s Pizza, Walgreens Boots Alliance, The Progressive Corp., UnitedHealth Group (prima dell’apertura del mercato); Alcoa (AA) (dopo la chiusura del mercato).
  • Venerdì: PNC Financial Services, Truist Financial Corp., Coinbase Global, The Charles Schwab Corp., Goldman Sachs (prima dell’apertura del mercato).