Triboo: nel 2020 ricavi e Ebitda in crescita. Confermati target piano industriale

22 Marzo 2021, di Redazione Wall Street Italia

Il consiglio di amministrazione di Triboo, Gruppo attivo nel settore digitale e quotato sul mercato MTA di Borsa Italiana, ha approvato i conti relativi al 2020 che evidenziano ricavi e marginalità in crescita rispetto al precedente esercizio grazie ai progressi nell’ecommerce e ad efficienze e riduzione di costi.

Triboo, i risultati del 2020

Nel corso del 2020 i ricavi netti consolidati di Triboo (che controlla questa testata online) sono cresciuti dell’8% a 83,3 milioni di euro mentre l’Ebitda ha registrato un progresso del 48% a 12,6 milioni di euro.
In particolare la Gross Merchandise Value, ovvero il valore dei ricavi delle vendite e della prestazione dei servizi al lordo dei costi diretti di prodotto, è cresciuta del 50% a 189,4 milioni di euro.

“Nel 2020 il Gruppo Triboo continua a crescere, proponendo ai propri clienti soluzioni all’avanguardia nel panorama digitale.” – commenta Giulio Corno, amministratore delegato di Triboo. “In un contesto macroeconomico di eccezionale difficoltà cresciamo anche in termini di marginalità, superando i risultati attesi dagli analisti e confermando le guidelines del piano industriale 2020-2022 annunciate lo scorso gennaio.”

In relazione alle diverse aree di business la divisione T-Commerce ha evidenziato un +46% in termini di ricavi e un Ebitda di 8,1 milioni di euro rispetto ai 4,9 milioni di euro del 2019, la divisione T-Agency ha segnato un -18% in termini di ricavi e un Ebitda di 1,1 milioni di euro rispetto a 1,6 milioni di euro del 2019 mentre T-Mediahouse ha registrato un -20% in termini di ricavi e un Ebitda di 2,2 milioni di euro rispetto ai 3 milioni del 2019.

“Nel corso del 2020 Triboo ha fronteggiato i rischi derivanti dalla diffusione di tale pandemia, sia da un punto di vista organizzativo interno, sia da un punto di vista economico e finanziario.
Nella seconda parte dell’anno anche le divisioni del Gruppo più impattate dagli effetti derivanti dalla pandemia Covid-19 hanno consuntivato risultati positivi e in crescita rispetto al primo semestre” ha chiarito Riccardo Maria Monti, presidente di Triboo.

Il conto economico si è chiuso con un risultato netto consolidato pari a 0,8 milioni di euro, che risente di circa 1,4 milioni di euro di svalutazioni prudenziali degli avviamenti e di alcune partecipazioni minori oltre che dal carico fiscale per 0,9 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta di (5,5) milioni di euro è in sensibile miglioramento rispetto ai (9,9) milioni di euro al 31 dicembre 2019.

Confermati obiettivi piano industriale

Sulla base dei dati consuntivati lo scorso esercizio ed alla luce delle previsioni di risultato per il 2021, pur in un contesto globale inevitabilmente condizionato dal perdurare della pandemia Covid-19 e non potendo escludere eventuali ulteriori impatti negativi derivanti dal protrarsi dell’emergenza sanitaria nazionale e mondiale, il Gruppo Triboo ritiene di confermare la guidance prevista dal piano industriale 2020-2022.