MPS - pagina 9

La banca Monte dei Paschi di Siena, spesso abbreviata in Mps, ha origini molto antiche. Viene fondata nell’omonimo capoluogo toscano sotto forma di monte di pietà nel 1472, con il nome di Monte Pio, ed è oggi la più antica banca operante in Italia e nel mondo.

Si posiziona quarta in Italia per numero di filiali distribuite sul territorio nazionale preceduta da Unicredit, Intesa Sanpaolo e Banco BPM. Nel mondo digitale MPS è attiva attraverso la controlla Widiba, servizio di banca online e consulenza finanziaria.

Nel 1995, con decreto del Ministero del Tesoro, viene costituita l’ente no-profit Fondazione Monte dei Paschi di Siena per separare, come voluto dalla nuova legge entrata in vigore nel corso dello stesso anno, l’attività filantropica da quella bancaria. La Fondazione si occupa di promuovere attività benefiche legate a cultura, ambiente e ricerca, soprattutto all’interno del territorio senese.

Dopo un travagliato piano di salvataggio, nel 2017  il ministero dell’Economia è diventato il primo azionista di MPS e adesso detiene il 68,24% del capitale sociale. Entro il 2021 lo Stato, secondo quanto concordato con l’Unione europea, dovrà però uscire dal capitale della banca cedendo la sua partecipazione.

Segui Wall Street Italia per restare sempre aggiornato sugli sviluppi legati al gruppo Monte dei Paschi di Siena.