Tremonti bastona Brunetta: “un cretino”. Poi le finte scuse

7 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Che il rapporto fosse teso tra i due esponenti dell’Economia lo si sapeva. E durante la presentazione della manovra economica – che prevede $40 miliardi di tagli e un rientro sotto la soglia del deficit nel 2014 – nel fuorionda le scaramucce sono diventate insulti.

La scena e’ la seguente: al ministero dell’Economia viene presentata alla stampa – tutti i membri del governo presenti – la manovra economica appena firmata da Napolitano.

Quando tocca al ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta, il capo del dicastero dell’Economia Giulio Tremonti si spazientisce subito. E dice: “E’ proprio un cretino, questo è il tipico intervento suicida”.