Tre tazze di caffè al giorno per combattere il cancro

27 Aprile 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Un nuovo studio accende la speranza di combattere il cancro e questa volta arriva dall’Italia. Bere tre tazzine di caffè al giorno riduce del 53% il rischio di ammalarsi di tumore alla prostata.

Il risultato emerge da uno studio realizzato dal dipartimento di Epidemiologia e prevenzione dell’Irccs Neuromed di Pozzilli (Isernia), in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità e l’Istituto dermopatico dellImmacolata di Roma. La ricerca, durata quattro anni, è stata condotta su circa settemila uomini di età superiore ai cinquantanni, residenti in Molise. A proteggere dal rischio tumore sarebbe la caffeina, un alcaloide naturale con proprietà stimolanti. George Pounis di Neuromed, che ha condotto lo studio, ha spiegato:

“Analizzando le abitudini sul consumo di caffè e i casi di cancro alla prostata nel campione, abbiamo potuto evidenziare una netta riduzione di rischio, del 53%, in chi beveva più di tre tazzine al giorno. Abbiamo sperimentato l’azione di estratti di caffè su cellule tumorali prostatiche coltivate in laboratorio. Sono stati testati, in particolare, estratti sia contenenti caffeina che decaffeinati. E i primi, a differenza dei secondi, hanno mostrato la capacità di ridurre in modo significativo la proliferazione e la metastatizzazione delle cellule cancerose”.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sull’autorevole rivista International Journal of Cancer. Il caffè usato, come sottolinea commenta Licia Iacoviello, capo del Laboratorio di Epidemiologia Molecolare e Nutrizionale, è rigorosamente preparato all’italiana.

“Lo studio riguarda una popolazione del Molise, che quindi beve caffè rigorosamente preparato all’italiana, cioè con alta pressione, temperatura dell’acqua molto elevata e senza l’uso di filtri. Questo metodo, diverso da quelli seguiti in altre aree del mondo, potrebbe determinare una maggiore concentrazione di sostanze bioattive. Sarà molto interessante approfondire questo aspetto. Il caffè è parte integrante dello stile alimentare italiano, che non è fatto solo di singoli cibi, ma anche del particolare modo di prepararli”.