Trasporto aereo, IATA, nel mese di agosto rallenta la crescita

28 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il rallentamento della crescita è in linea con Outlook recentemente rivisto IATA dell’industria globale. Il settore dovrebbe registrare un utile di 8,9 miliardi dollari (in aumento rispetto alle previsioni giugno 2,5 miliardi di dollari) grazie ad un primo semestre dell’anno eccezionalmente forte. La lenta crescita della domanda nel secondo semestre si prevede che continuerà nel corso del 2011. In un contesto economico in cui è sempre più difficile arrivare a ricavi, le aspettative sono per un risultato significativamente ridotto di 5,3 miliardi nel 2011. “Su 560 miliardi dollari di fatturato dell’industria, i nostri margini sono solo 1,6%,” ha detto Bisignani. “Siamo forti e riusciamo a riprenderci bene anche una volta toccato il fondo in materia di profitti. Ma dobbiamo anche essere realistici nel capire che la redditività è fragile. E i risultati di agosto ci ricordano che mentre ci aviamo erso il 2011, ci aspettiamo un ambiente di entrate più impegnativo “. L’aeronautica è unita nel chiedere ai governi di non perdere l’occasione di questa Assemblea per concordare una soluzione globale per la gestione delle emissioni di carbonio del trasporto aereo nel tempo per la riunione UNFCCC a Cancun il prossimo dicembre. Sono già stati rimossi i maggiori blocchi politici ed un sempre maggior numero di paesi è gia’ concorde a sostenere, mano mano, tutti i traguardi che l’industria si e’ prefissa di raggiungere. Il raggiungimento di un consenso tra i 190 Stati contraenti dell’ICAO sarà un duro lavoro. L’industria è qui pronta a sostenere il successo dell’Assemblea e una soluzione responsabile di questo importante problema “, ha concluso Bisignani.