TOYOTA: RIVEDE STIME, IPOTIZZA UTILE 80 MLD YEN

4 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il gigante automobilistico giapponese Toyota ha rivisto le sue stime sull’esercizio 2009/10 ipotizzando un utile netto di 80 miliardi di yen, pari a 610 milioni di euro.

Nonostante la crisi legata ai difetti tecnici che ha provocato il richiamo di milioni di veicoli nel mondo, Toyota ha annunciato di essere tornata al profitto; ha chiuso il terzo trimestre dell’esercizio in corso realizzando un utile di 153,2 miliardi di yen, pari a 1,16 miliardi di euro, contro una perdita netta di 164,7 miliardi registrata nello stesso periodo del 2008.

I ricavi, ha annunciato la casa automobilistica giapponese, sono cresciuti del 10,2%.

Toyota ha poi riconosciuto i problemi al sistema frenante Abs dell’ultimo modello della Prius, l’auto ibrida più venduta al mondo, simbolo del successo del gruppo.

La portavoce di Toyota Ririko Takeuchi ha detto che il gruppo ha riscontrato problemi di progettazione, corretti per le auto in vendita da fine gennaio, ma sta ancora cercando di capire come informare gli acquirenti dei veicoli prodotti in precedenza.

Sono arrivate circa 180 segnalazioni di difetti del sistema Abs della Prius di terza generazione dagli Usa e dal Giappone, dopo i colossali richiami effettuati in tutto il mondo su otto modelli per un difetto al pedale dell’acceleratore.