Torcia umana a San Pietro. Dramma, uomo si dà fuoco

19 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – E’ in “gravi” condizioni l’uomo che si è dato fuoco stamane in piazza San Pietro. E’ un ambulante di 51 anni, ma “non si conoscono i motivi del gesto”.

“Questa mattina alle 8.30 – è la ricostruzione dell’ispettorato di polizia riferito dalla sala stampa vaticana – un uomo di 51 anni si è dato fuoco cospargendosi di benzina che portava in una bottiglietta, in piazza San Pietro, alla destra del colonnato, angolo con piazza Pio XII. Il primo a soccorrerlo è stato un sacerdote gesuita che si recava a lavoro in Curia ed è intervenuto gettandogli sopra il mantello e poi la giacca. Nel frattempo giungeva una pattuglia dell’ispettorato di Pubblica sicurezza presso il Vaticano. I due agenti con una coperta e con l’estintore in dotazione in auto sono riusciti a spegnere il fuoco. Un’autoambulanza ha portato l’infortunato all’ospedale di Santo Spirito dove gli sono state riscontrate ustioni gravi nella parte superiore del corpo, e si è deciso di trasferirlo all’Ospedale sant’Eugenio. Anche i due agenti si sono fatti medicare all’ospedale per problemi di respirazioni e ustioni sulle mani. Non si conoscono i motivi del gesto”, viene sottolineato. Accanto all’infortunato è stato trovato un foglio con il numero di telefono della figlia. L’uomo è coniugato e di professione ambulante. Il caso è della magistratura italiana”.
_______________

ROMA (WSI) – Un uomo di 50 anni circa, romano residente nel quartiere di Tor Marancia, si è dato fuoco stamattina a piazza San Pietro. Al momento non si conoscono ancora i motivi che hanno portato al drammatico gesto.

Una vera e propria torcia umana: poco prima delle 9, la polizia ha visto l’uomo cospargersi di liquido infiammabile, e quando sono scesi dall’auto le fiamme lo avevano già avvolto.

Gli agenti – dell’Ispettorato Vaticano – sono riusciti a spegnerle, riportando qualche ferita lieve, e hanno immediatamente trasportato l’uomo al pronto soccorso del vicino ospedale Santo Spirito. Le sue condizioni non sarebbero gravi.