Top manager guadagnano 183 volte di più rispetto ai dipendenti

17 Agosto 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Cresce il gap tra gli stipendi dei capitani d’azienda delle società quotate sull’indice di Borsa londinese Ftse100 e i dipendenti full time inglesi. Secondo uno studio dell’Hi Pay Centre, un thin tank che monitora la distribuzione del reddito nella popolazione, nel 2014 la forbice è salita, rendendo di fatto i salari dei top manager 183 volte superiore alla media dei lavoratori: 4.964 milioni di sterline all’anno contro i 27.195 mila.

Le differenze salariali si sono leggermente acuite rispetto all’anno precedente, ma notevolmente ampliate se paragonata al 2010 quando si attestava a 160.

“Retribuzioni di tali proporzioni vanno ben al di là di ciò che è ragionevole e necessario per premiare e ispirare top manager”, ha detto Deborah Hargreaves, direttore del Pay centre, commentando le retribuzioni dei top manager.

Dal 2013, le società inglesi sono costrette per legge a pubblicare gli stipendi dei manager. Un tentativo, che secondo Hargreaves ” ha favorito una maggiore trasparenza, ma che non ha risolto nessuna disparità sociale. “Quello che notiamo è la presenza di una piccola elite, sempre più isolata rispetto al resto della società, che guadagna cifre astronomiche”. (mt)