Tokyo si conferma di cattivo umore

17 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La borsa di Tokyo archivia un’altra seduta negativa, proseguendo così la scia ribassista evidenziata nell’ultima riunione della scorsa settimana. A deprimere la piazza giapponese ancora una volta i timori per la ripresa economica mondiale dopo le incertezze di alcuni paesi europei a causa degli elevati livelli del debito. Non ha contribuito più di tanto a risollevare l’umore degli investitori il rimbalzo degli ordini di macchinari di marzo. L’indice Nikkei ha terminato gli scambi con una minusvalenza del 2,42% a 10209 punti mentre il Topix ha ceduto l’1,97% a 917 punti. Tra le altre piazze asiatiche, Seul archivia un decremento del 2,80% a 1.648 punti mentre Taiwan segna un -2,23% a 7.598 punti. In rosso le altre borse che chiuderanno più tardi le rispettive sedute con Hong Kong che cede il 2,48%, Shangai il 3,39% e Kuala Lampur lo 0,81%. Giù anche Bangkok -2,73%, Jakarta -2,28% e Singapore -1,16%.