Tokyo chiude poco sopra la parità

15 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Chiusura timidamente positiva per la borsa di Tokyo, dopo tre sedute consecutive al rialzo e sulla scia del finale piatto di Wall Street di ieri. A frenare gli acquisti la bocciatura di Moody’s sul debito della Grecia di quattro gradini a “junk”. Da segnalare poi la decisione scontata della Banca Centrale del Giappone di lasciare invariati i tassi d’interesse allo 0,1%. L’istituto ha annunciato poi l’intenzione di concedere prestiti agevolati del valore complessivo di 3 trilioni di yen per combattere la deflazione e incentivare la crescita dell’economia del Paese. L’indice Nikkei ha terminato gli scambi con un lieve incremento dello 0,08% a 9887,89 punti, mentre il Topix ha segnato un +0,03% a 878,83 punti. Tra le altre piazze asiatiche, Seul chiude con una limatura dello 0,03% a 1690 punti mentre Taiwan segna un vantaggio dello 0,90% a 7454,06 punti. Segno più anche per le altre borse che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, con Hong Kong che avanza dello 0,39%, Singapore dello 0,26%, Bangkok dello 0,11%, Kuala Lampur dello 0,06% e Jakarta dello 0,70%. Shanghai sale dello 0,32%.