Tokyo chiude debole in un’Asia incerta

9 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Giornata negativa per la borsa di Tokyo, che ha chiuso le contrattazioni in deciso ribasso, in scia alla performance debole di Wall Street. Sui mercati asiatici pesano ancora i timori di un aggravamento della crisi europea ed una serie di dati economici contrastanti. Il dato sugli ordini di macchinari, risultato migliore delle attese, non è riuscito a risollevare il sentiment della borsa nipponica, che ha risentito del pessimo andamento dei titoli esportatori, con Honda che ha accusato l’impatto degli scioperi in corso in questi giorni. L’indice Nikkei ha perso così l’1,3% a 9410,19 punti, mentre il Topix ha lasciato sul terreno l’1,1% a 848,85 punti. Tra le altre borse asiatiche Seul ha terminato in calo dello 0,5% a 1642,80 punti, mentre Taiwan ha perso l’1,1% a 7071,67 punti. In ordine sparso le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le contrattazioni, con Hong Kong che cede lo 0,37%, Singapore lo 0,17% e Jakarta lo 0,31%. Invece Shangai recupera l’1,18%, Kuala Lampur lo 0,15% e Bangkok lo 0,73%.