TOKIO: L’INDICE NIKKEI CROLLA AI MINIMI DI 15 ANNI

1 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

In apertura di contrattazioni l’indice azionario della Borsa di Tokio Nikkei 225 e’ crollato al piu’ basso livello degli ultimi 15 anni.

Gli analisti ritengono sia la conseguenza, in Giappone, uno dei primi mercato aperti subito dopo la chiusura Usa, dell’intervento del presidente della Federal Reserve Alan Greenspan, che non ha fatto alcun accenno ad una riduzione di emergenza dei tassi americani.

Nella prima fase di contrattazioni l’indice Nikkei 225 e’ sceso di 160,86 punti (-1,3%) a quota 12.722.68, cioe’ al di sotto del piu’ basso livello degli ultimi 15 anni.

La borsa di Tokio e’ tornata agli stessi prezzi del novembre 1985.

Il Nikkei ha perso 1/3 del suo valore soltanto negli ultimi 12 mesi.

A innescare il calo oggi sono stati titoli come TDK, NEC, NTT Docomo e altre azioni del settore computer, che risentono in modo particolare del crollo di mercoldi’ subito del Nasdaq.

L’indice hi-tech Usa ha perso circa il 60% dai massimi dell’anno scorso; dopo il discorso di Alan Greenspan il Nasdaq ha archiviato con febbraio il terzo peggior mese in assoluto della sua storia.