TMT E FIAT PORTANO IL TORO A PIAZZA AFFARI

11 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso sui massimi di seduta una giornata iniziata in maniera incerta. solo nel corso della giornata le contrattazioni hanno trovato la direzione di marcia e il mercato ha acquistato via via sicurezza.

Merito di Nokia, che prima ha messo in fibrillazione il Vecchio Continente, poi l’ha deluso, per poi riprendersi e trascinare con forza tutte le più importanti borse.

Una ventata di ottimismo che ha condizionato l’Italia, l’Europa e ovviamente anche Wall Street.

Il Mibtel è salito a 21.521 punti (+2,31%).
Il Mib30 ha raggiunto quota 29.333 punti (+2,63%).
Il Midex ha guadagnato il 2,09% a 27.335 punti.
Il Numtel ha chiuso a 1.774 punti (+2,01%).

A godere del benefico effetto Nokia sono stati principalmente i finora bistrattati Tmt, ma oggi la palma d’oro è andato a Fiat: il titolo del Lingotto ha sostenuto il Mib30 nel momento più difficile, grazie anche a un ritorno degli investitori sul colosso torinese all’indomani delle dimissioni dell’amministratore delegato del gruppo, Paolo Cantarella.

I giornali italiani e soprattutto quelli stranieri hanno cercato di attribuire la decisione del manager alle pressioni esercitate dal gruppo di banche creditrici, le quali stanno valutando in queste ore il piano di azione per ridurre il maxidebito di Fiat.

L’addio di Cantarella apre infatti la stagione delle dismissioni (molte delle quali già annunciate) e del possibile collocamento di Alfa Romeo, anche se i vertici di Fiat hanno preferito evitare ogni commento.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. Abbonati subito!

Il settore auto, dopo una certa debolezza iniziale, legata alle ipotesi di nuovi costi all’orizzonte, è stato tra i migliori a livello europeo, incurante dei dati negativi sulle immatricolazioni diffusi nei giorni scorsi.

L’invito alla calma è anche arrivato da una importante banca d’affari, che ha deciso di dare un rating negativo sul titolo torinese: oggi infatti è arrivato l’underweight di Morgan Stanley su Fiat.

I benefici di Nokia sui tech italiani hanno interessato soprattutto Stmicroelectronics, che ha nel colosso finlandese uno dei clienti più importanti.

Bene anche i telefonici, con le holding di controllo della filiera, Pirelli e Olivetti, su tutti gli altri titoli del gruppo. Il più attardato è

Fatta eccezione per Mps, la pecora nera del Mib30 di oggi, il comparto dei bancari ha chiuso in buon rialzo.

Il titolo della banca senese ha pagato le indiscrezioni di mercato, che vorrebbero imminente un vertice tra l’istituto di credito toscano e Bnl per decidere i termini definitivi della fusione/integrazione.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. Abbonati subito!.

Bene anche gli energetici, con la capofila Eni a guidare i rialzi delle controllate Italgas, Snam Rete Gas e Saipem. Il titolo del cane a sei zampe è il petrolifero europeo preferito da Ubs Warburg, che ha confermato il “buy” sul titolo con un target sul prezzo a €19.

Sul Nuovo Mercato poche macchie rosse, come Cdc, e molti segni più, tra i quali Tiscali, Reply e soprattutto TXT e-Solutions dopo l’accordo con .

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.