TLC: WORLDCOM SI DIFENDE DA ‘DOWNGRADE’ S&P

18 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il colosso delle telecomunicazioni WorldCom (WCOM – Nasdaq) ha fatto sapere che il ‘downgrade’ sul debito ricevuto da Standard & Poor’s, con il rating che è sceso di due livelli, da BB a B+, non avrà impatto sulla situazione finanziaria del gruppo e sulle negoziazioni sul credito con le banche.

“Le nostre principali banche ci sostengono e, infatti, hanno impegnato circa $450 milioni di nuova linfa all’accordo, il che significa che la societa’ ha bisogno solamente di mettere su circa $300 milioni da altre banche per raggiungere il livello dei $5 miliardi stabilito e atteso” ha dichiarato Susan Mayer, tesoriere del del gruppo.

Il titolo lunedi’ ha ceduto il 9,1%, raggiungendo quota $1,45.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA